Note tecniche

Installazione


1Rimozione
Rimozione di qualsiasi residuo grossolano dal terreno (organico e non organico).
2Eliminazione totale delle infestanti
Diserbo a base di glifosate e all’occorrenza false semine.
3Lavorazione
Lavorazione del fondo di posa qualora vi fosse un terreno eccessivamente compatto ed asfittico. Correggere il terreno nel caso fosse eccessivamente limoso o sabbioso, nel primo caso con torbe e nel secondo caso con sabbia o lapillo.
4Livellatura
Livellatura accurata per evitare dannosi ristagni idrici. Tenere il livello del terreno almeno 2 cm sotto al livello dei marciapiedi o camminamenti in genere.
5Concimazione
Concimazione di fondo a base di PK per stimolare lo sviluppo radicale della zolla.
6Posa del prato
Accostare accuratamente le zolle e montarle sfalsate. In appezzamenti molto ampi irrigare man mano che si posa per evitare la disidratazione del prato, in particolar modo nella stagione estiva. Non utilizzare pezzi piccoli di zolla poiché soggetti velocemente a disidratazione. Ultimata la posa assicurarsi l’adesione del tappeto al terreno sottostante (rullatura), per eliminare sacche d’aria che ne impedirebbero la radicazione.
7Irrigare
Irrigare abbondantemente appena posato il prato. Nei giorni a seguire assicurarsi che l’apporto idrico mantenga sempre molto umida sia la zolla che il terreno sottostante per aiutare la radicazione della stessa. E’ consigliabile irrigare nelle ore più fresche della giornata: mattina presto. Dopo circa una settimana-10 giorni dall’installazione non si dovrebbe essere più in grado di sollevare le zolle.
8Diminuire l’irrigazione
Diminuire l’irrigazione progressivamente cercando di abituare il tappeto erboso al minor apporto idrico possibile a seconda del terreno, dell’esposizione solare e della stagione.
9Trattamento fungicida
Trattamento fungicida preventivo, soprattutto nella stagione estiva.
10Primo sfalcio
Primo sfalcio del prato dopo circa 10 giorni dall’installazione e raccolta sempre del tagliato.
11Limiti stagionali
Non vi sono limiti stagionali per l’installazione del prato, è buona norma però, in caso di posa ad elevate temperature, prevenire attacchi fungini con i prodotti specifici e non installare mai in presenza di terreno ghiacciato.
12Concimazioni
Consigliati concimi a lenta cessione per evitare scottature del tappeto erboso alla ripresa vegetativa e nel periodo autunnale.

Cura e manutenzione


Il tappeto erboso Running va costantemente tagliato almeno 1 volta la settimana nelle ore meno calde della giornata, dalla ripresa vegetativa fino al sopraggiungimento delle basse temperature. Asportare sempre il tagliato per evitare dannose formazioni di feltro.

Irrigare con criterio cercando di soddisfare i fabbisogni delle piante in base alla stagione, al terreno e all’esposizione solare. Apporto indicativo.

Alla ripresa vegetativa è consigliabile un concime complesso Prati Zanzi Starter. Per i periodi estivi concimare con concime complesso Prati Zanzi Mantenimento.

Il tappeto erboso Dicondra necessita di qualche sfalcio nel periodo primaverile/estivo per mantenere l’altezza del tappeto omogenea e per permettere un rinnovo delle foglie che con l’invecchiamento tendono ad aumentare la loro dimensione.